loading
cioccolato doppia fermentazione

Se siete degli amanti del cacao, avrete probabilmente sentito parlare di cioccolato a doppia fermentazione, inventato da Valrhona. Non si tratta, a dire il vero, di un prodotto comunemente proposto in Italia, ma di recente altri marchi specializzati (tra cui anche Enrico Rizzi – Milano) lo stanno aggiungendo alla propria offerta. Scopriamo di cosa si tratta.

 

LA FERMENTAZIONE DEL CACAO

Una volta raccolti i frutti ed estratte le preziose fave del cacao, queste vengono accumulate e lasciate a fermentare per alcuni giorni. Terminata questa fase, fave e polpa vengono fatte essiccare, in modo da bloccare la fermentazione stessa e favorire la conservazione del prodotto. La maniera in cui vengono gestite queste fasi iniziali può influire significativamente, assieme a passaggi successivi come la tostatura, sul sapore e sull’aroma del cacao.

 

LA DOPPIA FERMENTAZIONE

La doppia fermentazione comporta, molto semplicemente, di avviare una seconda fermentazione accompagnando alle fave un altro frutto, come ad esempio arancia o maracuja, che nel corso del processo le profuma e arricchisce. In questo modo si ottiene un cacao e un cioccolato con note fruttate e un aroma unico.

 

IL CIOCCOLATO A DOPPIA FERMENTAZIONE DI ENRICO RIZZI

Anche Enrico Rizzi ha voluto sperimentare questa tecnica, realizzando due cioccolati a doppia fermentazione (attualmente esauriti) che fanno parte della sua ampia proposta di tavolette. Si tratta della tavoletta di cioccolato a doppia fermentazione Madagascar 62%, aromatizzata grazie all’aggiunta di polpa di arancia, e di quella Brasile 55%, arricchita con l’apporto di polpa di frutto della passione.

Ordina il cioccolato di Enrico Rizzi online!

 

COUPON SCONTO 10%

SULL'ACQUISTO DI TAVOLETTE DI CIOCCOLATO*:

*valido solo per un acquisto

CHOCOLOVE2018